Il mese di agosto nell’orto tra semine, lavori e raccolti

//, Ricerche e Saperi/Il mese di agosto nell’orto tra semine, lavori e raccolti

Il mese di agosto nell’orto tra semine, lavori e raccolti

2019-11-11T14:29:49+00:0026 Luglio 2019|

Durante la stagione estiva, nei campi si raccolgono in genere i diversi ortaggi seminati e coltivati in primavera, si libera quindi spazio nell’orto ed è il momento di piantare qualcosa di nuovo.

Ad agosto il caldo dell’estate rende dura la vita dell’orticoltore, ma non solo: spesso anche gli ortaggi in campo rischiano di arrancare per via del terreno secco, dell’elevata traspirazione o magari di improvvise grandinate; va effettuata tutta una serie di lavori, per preparare la terra ad accogliere i nuovi ortaggi.

Semine e trapianti

In questo mese estivo non bisogna scordarsi di piantare, per avere un orto attivo anche in autunno. Una particolare attenzione deve essere data all’irrigazione delle giovani piantine, perché l’aridità può farle deperire facilmente.

Le semine di agosto possono essere varie: abbiamo diverse insalate (cicorie, radicchio, lattuga e rucola), ravanelli, finocchi, spinaci e carote. Se avete seminato in semenzaio avrete anche alcuni trapianti da fare (cavoli, finocchi, insalate), fate attenzione in questo caso a non lasciar seccare il terreno intorno alle piantine appena trapiantate.

Irrigazioni e caldo

Il caldo secca il terreno e provoca un’alta traspirazione che può disidratare le piante, per questo motivo parlando dei lavori da fare in agosto nel campo cominciamo dalle irrigazioni. Sono soprattutto i pomodori ad avere sete perché stanno andando probabilmente a frutto proprio a inizio mese e la pianta ha bisogno di acqua per fare frutto correttamente.

Seminare all’aperto ad agosto richiede attenzione a non lasciar mai seccare la terra intorno alle piantine. Occorre bagnare frequentemente con acqua a temperatura ambiente, per non dare shock alle piantine con un escursione termica troppo marcata.

Cosa piantare

Le indicazioni sul mese di semina sono sempre da ritenersi indicative: infatti ogni anno il mese di agosto in realtà ha un clima diverso dall’agosto precedente. Inoltre ogni zona ha le sue peculiarità climatiche: gli orti del nord Italia non hanno lo stesso clima del meridione, in alcune zone del sud agosto è molto caldo e conviene usare esclusivamente un semenzaio ombreggiato per le semine. Questo elenco di ortaggi da seminare ad agosto quindi è una semplice indicazione.

All’aperto potrete scegliere di seminare finocchi, spinaci, radicchio, lattughe, rucola, carote e cicorie. Si tratta di piante che potranno essere raccolte in autunno, nei mesi di ottobre e novembre.

Ancora, potrete seminare carciofi, bietole, cavoli, fagioli, cipolle, prezzemolo e zucchine.

I lavori da fare

Oltre a capire cosa piantare ad agosto, è necessario sapere quali sono i lavori da effettuare nell’orto, per aiutare le piante a crescere forti e sane.

Per favorire la coltivazione, dovrete sarchiare il terreno, evitando che si compatti troppo, formando croste. Irrigatelo alla bisogna. Le sarchiature hanno bisogno di manutenzione, tenendo d’occhio anche la formazione di erbe infestanti.

Eseguite la pacciamatura delle aiuole, per ridurre il processo di evaporazione dell’acqua e controllare lo sviluppo di piante infestanti.

Nella prima metà del mese, inoltre, trapiantate i cavolini di bruxelles, il cavolo broccolo, l’indivia riccia e la scarola.

Se avete un frutteto, abbiate cura di preparare il terreno per le piantumazioni autunnali. Va effettuata la potatura su albicocco, ciliegio, pesco e altri arbusti da frutto. Cimate i germogli e le femminelle delle viti.

Raccolto

L’orto è molto ricco durante l’estate, grazie al sole che permette la maturazione di diversi tipi di verdura, sono numerosi gli ortaggi estivi che arrivano a raccolto durante il mese di agosto.

Le coltivazioni più tipiche dell’estate sono le piante solanacee: peperoni, peperoncini piccanti, pomodori, melanzane hanno il loro miglior raccolto dell’anno proprio nel mese di agosto. Anche zucchine e cetrioli si colgono ora e se tutto va bene si possono vedere nell’orto le prime zucche. Quando non vengono scoraggiate dal gran caldo non mancano insalate e verdure a foglia: bietola da coste, cicorie, lattuga, indivia, rucola, sedano, spinaci, valerianelle e songino sono a disposizione. Anche rapanelli, mais e carote si accompagnano nelle fresche insalatone estive.

Alcuni ortaggi che saranno protagonisti assoluti dell’orto invernale possono esser già raccolti ad agosto, specialmente verso la fine del mese: cavoli, cavolfiori, porri, finocchi, cime di rapa.

Leggi anche: